Ancora nessun commento

COUNTDOWN A SAN LAZZARO

TESTIMONIANZA S.LAZZARO

Ogni anno diventa sempre più emozionante il nostro Grest a S. Lazzaro di Vicenza.
Già mesi prima del suo inizio se ne respira l’aria, i ragazzi si incontrano per le vie del quartiere, in oratorio ma anche nei supermercati, chiedendo quando sarà la data di inizio.
Proprio in questi momenti ci siamo accorti che il “Countdown”, il conto alla rovescia per chi non mastica bene l’inglese, era già iniziato e ci siamo chiesti come sarebbe stato il Grest di quest’anno?
Sarà meraviglioso come lo è stato gli scorsi anni?
Quest’anno i ragazzi, età compresa tra i 6 e i 12 anni, iscritti al Grest , sono stati in 152, insieme a 28 animatori e 12 adulti che, per 3 settimane, dal 12 al 30 giugno, hanno formato una grande famiglia presso l’oratorio e gli spazi della parrocchia Sacra Famiglia e San Lazzaro.
Sono state giornate intense e meravigliose, che iniziavano alle 07.45 e finivano alle 16.30, senza un singolo momento di relax, un da fare continuo, dove tutti avevano un ruolo.
Dopo l’accoglienza iniziale, i balli e bans che duravano fino alle ore 09.00, c’era il saluto e la preghiera preparata da Don Simone, che ci ha consentito di entrare subito nel tema del grest di quest’anno: “Countdown”. In tre settimane, i nostri bravissimi animatori, ci hanno fatto conoscere i vari personaggi del sussidio appositamente preparato: Kabot, Kiko, Danka, Aquilotto, Cangusauro…personaggi che ci hanno trascinato in un’avventura d’altri tempi.
Vi sono stati poi i giochi, i laboratori, le gite al mercoledì e la piscina al venerdì.
Dai giochi d’acqua, alla Federation Cup, al judo, alla scherma, al laboratorio dei fiori di carta, alla giornata per impastare la farina e preparare la propria forma di pane da portare a casa dopo la cottura, ai pranzi assieme, alla visione di film la giornata si concludeva poi alle 16.30. Non possiamo dimenticare il Grest Raduno del 21 giugno presso gli impianti sportivi di Mestre; abbiamo poi vissuto l’avventura all’Acropark di Roana, in mezzo alla natura dell’altopiano di Asiago, provando le forti emozioni dei percorsi Kid Explorer e Junior Adventure, fino all’ Emotion.
Vogliamo ricordare soprattutto la lunga passeggiata, come un lungo serpentone di 160 magliette gialle, dal nostro oratorio fino in centro città dove, in piazza dei Signori, in cerchio, abbiamo cantato insieme “O Signore ti Ringrazio”, in mezzo alla gente che, incuriosita, meravigliata e gioiosa si chiedeva e ci chiedeva cosa stessimo facendo. I nostri animatori avevano preparato una caccia al tesoro proprio nel centro città e, divisi in 10 squadre, i ragazzi sono entrati subito in azione alla ricerca degli indizi per trovare il tesoro.
Il tesoro era quello di guadagnarsi la postazione nei giardini Salvi, il premio quello di stare tutti insieme! Ricordiamo anche il piano B, attuato dai nostri bravissimi animatori giovedì 29 giugno, per sopperire all’uscita programmata in piscina, annullata per maltempo: in brevissimo hanno fatto partire il “Grest’s Got Talent”, dove i veri protagonisti sono stati tutti i bambini e i ragazzi che sono stati protagonisti di numeri esilaranti con scenette, balletti e canti inventati e preparati con grande partecipazione e spirito di squadra.
Il tema del Grest di quest’anno era l’attualizzazione dell’Evangelii Gaudium portandola a livello dei ragazzi, perciò, gioia, capacità di accogliere e mettere in rete i doni che il Signore ci ha donato. Come Gesù diede il comando ai suoi discepoli “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” così abbiamo cercato tutti noi, organizzatori e animatori di dare ai nostri ragazzi……forse ce l’abbiamo fatta, visto che in tanti si sono prenotati per l’anno prossimo!!!
E’ stato proprio una meraviglia vedere dei bambini piccoli che il primo giorno piangevano perché non volevano rimanere, per poi seguirli nei loro cambiamenti giorno dopo giorno, ed arrivare a fine giornata e vederli andare via piangendo perché volevano stare ancora con noi!
Il Grest si è concluso con una grande festa la sera del 30 giugno insieme ai genitori.
Vogliamo ringraziare tutto lo staff che ha permesso questo, soprattutto gli animatori che durante l’inverno e la primavera hanno partecipato ai corsi di formazione organizzati da Noi Territoriale di Vicenza…loro sono i veri talenti della nostra comunità parrocchiale.                               

 Sandro Maniglio e Maria Spena